Filtro
  • Premiati dai lettori del giornale La Sesia i volontari della colonna mobile provinciale di Protezione Civile

    L’intera somma ricevuta e’ stata devoluta a favore delle popolazioni della Sardegna colpite dall’alluvione.

    Il giornale La Sesia, bisettimanale di informazione della città di Vercelli e della sua provincia fondato nel 1871, ha istituito nel 1946 il Premio della bontà per ricordare e ricordarci che fra noi vi sono persone (molte più di quanto non si creda) capaci di donarsi disinteressatamente.
    Dalla prima edizione, che vedeva un solo Premio intitolato a Piero Gallardi, già direttore emerito del giornale La Sesia,si è giunti oggi a una quindicina Premi: tutti sono intitolati a persone, ora scomparse, che in vita hanno onorato Vercelli e la sua provincia.
    Ogni Premio è costituito da un Diploma in pergamena firmato dal Prefetto di Vercelli e accompagnato da una dotazione finanziaria, sottoscritta dagli Enti o Famiglie che sostengono la manifestazione, che La Sesia ha sempre mantenuto entro limiti volutamente modesti, poichè il significato morale attribuito ai Premi è infatti di gran lunga prevalente e sta tutto nell’intenzione di proporre, almeno una volta all’anno, al largo pubblico, esempi di persone o istituzioni che operano a favore del prossimo, con abnegazione, disinteresse, spesso con eroismo e, in ogni modo, con
    altissimo senso civico. Esempi di attività e opere che normalmente si svolgono, per loro stessa natura, al di fuori dei clamori della cronaca: perché chi fa del bene è interessato „a fare del bene“ e non a farlo sapere“.

    Ad essere premiati tra gli altri di questa 67.ma edizione con il prestigioso riconoscimento intitolato al Dr. Giulio Sambonet – industriale di successo che con le sue prestigoiose produzioni di posaterie adottate nei più famosi alberghi e sulle navi da crociera, ha saputo portare il nome della città di Vercelli in ogni angolo del mondo – i volontari della Colonna Mobile del Coordinamento delle Associazioni di Protezione Civile della Proviancia die Vercelli con la seguente motivazione:
    “Il Coordinamento delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Vercelli è un’Organizzazione di 2° livello che raggruppa 25 Organizzazioni di volontariato e Gruppi Comunali che operano nell’ambito della Protezione Civile Vercellese.
    Tramite apposite convenzioni con la Regionale Piemonte e l’Ufficio di Protezione Civile della Provincia di Vercelli viene garantita l’operatività di circa 600 volontari iscritti alle diverse Organizzazioni Provinciali che, con diverse competenze tecniche specifiche: logistica, subacquea, radiocomunicazioni, informatica, vigilanza ambientale, guida in fuoristrada, assistenza alla popolazione, cinofilia ed altre, sono integrati nella Colonna Mobile di Soccorso che rappresenta uno strumento importante al servizio dei cittadini, sia per la prevenzione sul territorio, sia per l’assistenza alle persone colpite da eventi di emergenza, operando sempre in sinergia con le Istituzioni competenti in ambito Provinciale, Regionale, Nazionale e anche all’Estero. Il ruolo dei volontari inquadrati nelle Colonna Mobile di Soccorso è fondamentale durante un’emergenza: sono fra i primi ad essere attivati per raggiungere lo scenario operativo e predisporre una “Segreteria amministrativa“ e un “Posto di comando avanzato”. La Segreteria gestisce gli arrivi e le partenze dei volontari, la loro dislocazione nelle zone interessate dall’emergenza, censisce materiali e mezzi, fornisce supporto organizzativo e amministrativo. Il “Posto di comando avanzato” acquisisce e rende esecutive le esigenze della Sala Operativa, convoca e attiva gruppi specializzati, individua le risorse da distribuire al volontariato, si occupa della supervisione logistica delle presenze degli operatori; attiva i coordinamenti nazionali e regionali, si coordina con altri enti e Istituzioni, gestisce la banca dati delle organizzazioni a fini operativi. In emergenza i volontari della Colonna Mobile di Soccorso si coordinano con tutte le altre funzioni di supporto in particolare con le funzioni “assistenza alla popolazione”, “materiali e mezzi” e “telecomunicazioni”.
    Negli ultimi anni, si è assistito ad una continua e costante crescita del Volontariato organizzato, che, da semplice risposta emotiva, si è trasformata in protagonista nelle attività di Protezione Civile. I volontari della Colonna Mobile di Soccorso di Vercelli svolgono i propri compiti con competenza, responsabilità, diligenza e spirito di collaborazione, valorizzando il lavoro di equipe con la verifica costante del proprio operato, in una continuità di impegno che trae origine dai principi dello spirito di servizio, dell’altruismo, della correttezza e della lealtà.
    Per tutti questi motivi pare opportuno premiare l’operato di questi volontari, non eroi ma donne ed uomini assolutamente normali, che hanno scelto di fare “dono” del proprio tempo e delle loro competenze e che, fedeli al motto “noi ci siamo sempre”, si prodigano in maniera totalmente disinteressata a beneficio dell’intera collettività meritandosi il plauso delle istituzioni e il grazie della gente.“

    Insieme ad una rappresentanza dei vari gruppi di volontariato sul palco a ritirare il premio Roberto Bertone, responsabile della Colonna Mobile e presidente del Coordinamento Regionale delle Associazioni di volontariato che, nel ringraziare il Giornale la Sesia, le autorità presenti e tutto il pubblico per l’onore concesso, ha annunciato l’intenzione dei volontari di devolvere, nello spirito di solidarietà ed altruismo che li contraddistingue, il premio in denaro alle popolazioni della Sardegna colpite dal recente nubifragio.

     

  • MISSIONE ITALIANA EMERGENZA FILIPPINE

    Saverio Olivi, Coordinatore Nazionale del Servizio Emergenza Radio per la Federazione Italia Ricetrasmissioni ha partecipato alla prima fase della missione Italiana nelle Filippine dopo l’ondata di maltempo che ha devastato vasta parte del paese Asiatico. Lo abbiamo intervistato al suo rientro.

     

    Partiamo dall’inizio, dalla partenza

    • “Sono partito come volontario in appoggio ad un ospedale da campo messo a disposizione dalla Regione Marche. Per portare assistenza alla popolazione di un paese così lontano da noi si era messo in campo il meccanismo Europeo di Protezione Civile. Questo ha contatto il Dipartimento della Protezione Civile Italiano che, a sua volta, si è messo d’accordo con le Marche per questo intervento”.

     

     

  • RAVELLO VISITA IL PRESIDIO PROCIV DI VERCELLI, INTEGRATO NEL MECCANISMO EUROPEO

     

    Nella giornata di giovedì 17 aprile l’Assessore Regionale alla Protezione Civile Roberto Ravello ha fatto visita alla struttura che ospita il Presidio della Protezione Civile di Vercelli in via Borasio nella zona industriale. Ad accogliere l’ospite Roberto Bertone, referente del volontariato regionale e responsabile della colonna mobile di soccorso oltre a numerosi volontari in rappresentanza delle varie specialità dell’organizzazione.

Joomla templates by a4joomla